Comprare l’auto in aste private? Tutte le info utili

La guida alle aste delle automobili

Auto all'asta: come si fa

Investire sull’usato, aggiudicandosi i mezzi di trasporto tramite le aste giudiziarie, è un’ottima opportunità sia per le aziende che per i privati, soprattutto per il fatto che i prezzi di vendita sono nettamente inferiori a quelli di mercato.

Le auto che si possono acquistare provengono da società cadute in fallimento o che hanno subito pignoramenti, viene effettuata una gara, in presenza di un giudice o delegato.

Il prezzo parte da un rilancio minimo stabilito dal bando dell’asta giudiziaria, il cliente che offre un valore maggiore si aggiudica il bene e, successivamente, viene compilato un apposito verbale.

Le aste giudiziarie sono di due tipi:

  • Con incanto: chi fa un’offerta si impegna all’acquisto, infatti se dopo aver vinto rifiuta la proposta perde la caparra. Inoltre, entro dieci giorni dalla trattativa, si possono integrare altre proposte se superiori ad un quinto del valore dell’offerta vincitrice ed in questo caso il giudice decide chi si aggiudicherà il bene.
  • Senza incanto: chi fa un’offerta e rifiuta la proposta perde solo un decimo della caparra.

Le modalità per partecipare ad un’asta sono varie e diversificate:

  • Acquisto online: i clienti possono visionare la pubblicazione dei beni sui siti internet, visionare le offerte e lo svolgimento della gara per via telematica. Inoltre il cliente, anziché rivolgersi ad un privato, tramite questi siti internet ha più garanzie di affidabilità. Il sito più conosciuto è “astagiudiziaria.com” che fornisce descrizioni dettagliate e fotografie dei beni all’asta, modalità di partecipazione e di pubblicazione;
  • Acquisto di “macchine storiche”: secondo la nuova Legge di Stabilità le automobile che hanno più di 30 anni possono essere considerate storiche, uno dei motivi di vendita di queste automobili è che i proprietari vogliono evitare di pagare le tasse per automobile che non utilizzano.
  • Acquisto delle “auto blu”: dopo il taglio netto ai privilegi di alcuni amministrativi locali, si è cercato di mettere all’asta anche queste automobili, anche il risultato è stato piuttosto deludente, soprattutto per il prezzo giudicato troppo alto.
  • Acquisto tramite il periodico “Fallimenti affari”: si tratta di un settimanale specializzato nelle aste fallimentari.

Solitamente, l’acquisto online permette al cliente la visione di una scheda con tutte le informazioni dell’auto, quali la cilindrata, l’anno di immatricolazione, chilometri percorsi, la provenienza ed il prezzo base dell’asta.

In alcuni casi possono mancare alcune informazioni di difficile reperibilità, ma il compratore avendo acquistato con la formula “visto e piaciuto” non può ritrattare la sua offerta.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*