Cinghia di distribuzione: a quanti km si cambia e qual è il costo?

Cinghia di distribuzione: a quanti km si cambia la cinghia? Costo e guida alla manutenzione

Cinghia di distribuzione auto

Mantenere sotto stretto controllo la cinghia di distribuzione della propria auto è un’operazione fondamentale per preservare la salute del motore del veicolo in quanto la cinghia regola il corretto funzionamento del motore stesso. Un elevato livello di usura potrebbe provocare grossi danni dalle valvole ed alla pompa dell’acqua, con la conseguente sostituzione del motore che diventerebbe quanto mai necessaria.

A cosa serve la cinghia di distribuzione?
La cinghia di distribuzione è costituita da una struttura in plastica molto resistente, in grado di sopportare egregiamente le continue sollecitazioni provenienti dall’esterno. Il suo compito è di coordinare il corretto funzionamento dell’albero motore e dell’albero a camme e della pompa dell’acqua, sincronizzando fra loro i vari componenti appena citati.

La lacerazione ed il danneggiamento della cinghia di trasmissione provocano dei danni gravissimi al motore quali la rottura delle valvole, dei pistoni, dell’albero motore ed in alcuni casi anche della pompa dell’acqua, portando il proprietario del veicolo a dover affrontare costose spese per ripristinare il corretto funzionamento dell’automobile.

Quando si cambia la cinghia di trasmissione?
In passato era molto più semplice rendersi conto del momento giusto per cambiare la cinghia, infatti le case costruttrici montavano sui veicoli le “cinghie rumorose” che avvertivano il conducente dello stato di usura.

Nei veicoli attualmente in circolazione, sono presenti cinghie di diverso tipo che non emettono suoni di alcun tipo, per indicare la durata delle cinghie, si è provveduto a segnare nel libretto di circolazione la durata vitale della cinghia che è indicata in anni o chilometri.

Generalmente la durata della cinghia di distribuzione è compresa tra i 100.000 e 180.000 km e 5-6 anni.

Sostituzione fai da te della cinghia
Se avete deciso di utilizzare il fai da te per la sostituzione della cinghia di distribuzione, anche per ammortizzare i costi, dovete sapere che avrete bisogno di munirvi degli attrezzi giusti per effettuare correttamente tale operazione. Innanzitutto sarà necessario utilizzare l’attrezzo di bloccaggio della puleggia albero motore ed il suo estrattore. Inoltre è fondamentale utilizzare anche un misuratore di tensione e prima di rimuovere la testata occorre testare i cilindri presenti per non provocare danni al motore.

Per sostituire la cinghia di distribuzione dovrete rimuovere le candele ad incandescenza, successivamente staccate il cavo a massa della batteria del veicolo. Fate molta attenzione a non girare l’albero motore o l’albero a camme quando avrete smontato e rimosso la cinghia di distribuzione.

Quanto costa cambiare la cinghia di distribuzione?
Generalmente rivolgendosi ad un’officina per effettuare il cambio delle cinghie di distribuzione, il costo dell’operazione si aggira da un minimo di 400€ ad un massimo di 700€. In questa cifra è compresa, oltre la cinghia, anche la sostituzione di componenti quali:

  • La cinghia dei servizi e tenditore
  • La pompa dell’acqua
  • I cuscinetti per far scorrere la cinghia

 

Le nostre conclusioni
La cinghia di distribuzione è un componente fondamentale del motore delle automobili e come tale richiede un livello elevatissimo di controllo per operare la pronta sostituzione in caso di danni o in caso di eccessiva usura. Se non siete sicuri di saper tenere sotto controllo il livello di usura della cinghia del vostro veicolo vi consigliamo di rivolgervi alla vostra officina di fiducia.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*