Porto d’armi: quanto costa ottenerlo?

Tutto quello che devi sapere sul porto d'armi

Copertina dell'articolo sul porto d'armi

Un argomento molto discusso quello del porto d’armi e per ognuno di coloro che si schierano contro l’uso di pistole e fucili per condivisibili opinioni, vi è qualcuno che, per altre ragioni, cerca informazioni online sulle procedure per l’ottenimento del porto d’armi.

Essendoci di mezzo procedure burocratiche e costi anche il nostro portale ha deciso di fare chiarezza su questa tematica e il suo iter.

Cos’è il porto d’armi?

Il porto d’armi è un documento che attesta l’autorizzazione, da parte delle autorità competenti, di circolare con un’arma da fuoco.

In Italia il possesso di armi da fuoco è regolamentato con norme restrittive dalle autorità che rilasciano l’autorizzazione al possesso dell’arma, solamente se si possiedono determinati requisiti. Molto spesso le ragioni più diffuse per le quali si richiede il porto d’armi sono

  • Difesa personale: durata 6 anni
  • Uso sportivo: durata 1 anno
  • Uso venatorio (la caccia): durata 6 anni

In base al motivo per il quale si richiede l’autorizzazione per un regolare possesso di un’arma da fuoco, si seguono norme precise, presenti sul sito della Polizia di Stato. Basti pensare che se si richiede il porto d’armi per l’utilizzo di un’arma da utilizzare per la caccia, essa non potrà essere utilizzata nei periodo in cui la caccia è ferma.

Come si richiede il porto d’armi?

Per ottenere il porto d’armi è necessario presentare la domanda, presso la Questura o la Prefettura, a seconda del tipo di arma e può essere depositata in tre modi:

  • Personalmente recandosi negli uffici incaricati
  • Via raccomandata con ricevuta di ritorno
  • Via telematica con posta certificata

La domanda per essere corretta deve essere presentata allegando:

  • Certificato medico, che attesti le condizioni di salute psicofisica del richiedente
  • Marca da bollo del valore di 16 €;
  • Fotocopia di un documento di identità valido
  •  Due fotografie in formato fototessera
  • Ricevuta del versamento delle tasse di concessione

Generalmente la Questura impiega 30 giorni per rispondere alla richiesta ed, in caso di esito positivo, fornirà al richiedente tutti i documenti necessari che dovranno essere conservati in un luogo sicuro.

Quanto costa ottenere il porto d’armi?

I costi da sostenere per l’ottenimento della licenza per possedere un’arma sono:

  • 14,62€: due contrassegni telematici da utilizzare uno per la richiesta e l’altro per la licenza
  • 1,26€: costo del libretto valido cinque anni
  • 168€ + 5,16€: tasse governative per le concessioni

Il costo da sostenere può variare in base alla regione ed all’Ente al quale ci si rivolge, ma in line di massima, è in linea con quanto abbiamo segnalato.

Le nostre conclusioni
Abbiamo visto come presentare la richiesta per il porto d’armi sia molto facile, ma occorre ricordare che un’arma non è un giocatolo e come tale è consigliato richiedere il porto d’armi solo se strettamente necessario. Nel caso di richiesta per uso venatorio, vi consigliamo di avere sempre a mente i periodi nei quali la caccia venga dichiarata chiusa, in quanto in quel caso, circolare con il fucile è vietato dalle autorità.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*