Passaggio di proprietà: moto d’epoca

acquisto moto d'epoca

Hai ereditato una Honda CB750 e vorresti vendenderla? Sicuramente hai trovato la maniera giusta per fare un buon affare!

Un collezionista di moto d’epoca potrebbe essere veramente entusiasta di acquistare un bell’esemplare di veicolo , specie se tenuto in buone condizioni .

Nei forum e nei siti dedicati al collezionismo e moto d’epoca ( come questo http://www.motoclub-tingavert.it/f35s.html) troverai delle sezioni apposite per presentare la tua offerta. Ma una volta trovato l’acquirente hai le idee chiare su come si effettua il passaggio di proprietà di veicoli storici?

Passaggio di Proprietà Moto d’Epoca: con e senza Documenti

Volendo individuare due scenari di vendita, potremmo descrivere l’iter di vendita, immatricolazione e passaggio di proprietà in due maniere differenti>

Caso 1° > Passaggio di Proprietà Moto d’Epoca con documenti

La prima informazione utile per poter procedere con la vendita di un veicolo storico è: “Il disbrigo pratiche avviene presso gli Uffici della Motorizzazione Civile e presso gli sportelli ACI”.

l’iter della compravendita inizia con:
1. l’Autenticazione della firma del venditore. L’autenticazione sull’atto di vendità dovrà essere effettuata entro 2 mesi dalla vendita del veicolo storico.

2. La fase successiva sarà proprio il passaggio di proprietà, da registrare presso l’unità territoriale Aci o presso il Pubblico Registro Automobilistico PRA.

3. L’acquirente della moto d’epoca riceverà il certificato di proprietà digitale (CDPD) che provvederà ad aaggiornare una volta presentata la carta di circolazione alla Motorizzazione Civile.

Riassumiamo qua di seguito, i costi per il passaggio di proprietà di una moto d’epoca ultra trentennale ) :

Costo passaggio di proprietà Autoveicolo d’epoca
Emolumenti PRA 27,00
Imposta di bollo per trascrizione al PRA 32,00
Diritti MCTC 9,00
Imposta di bollo per aggiornamento carta di circolazione 16,00
Totale costi fissi € 84,00
IPT fisso 26,00
Totale  € 110,00

Al seguente link, potete trovare delle interessanti informazioni sui veicoli d’epoca e le normative correlate.

 

Quando parliamo di passaggio di proprietà di veicoli storici, anche nel caso di moto d’epoca ultra trentennali, dobbiamo fare riferimento alle novità introdotte con la Legge di Stabilità dal 1° Gennaio 2015.

Queste modifiche hanno ridotto l’importo per il pagamento IPT a 25,82 euro per i motoveicoli storici.

Per poter usufruire di queste agevolazioni le moto d’epocaa devono essere trentennali, ed i proprietari dovranno dimostrare che i mezzi sono aadibiti ad uso non professionale (pertanto tali veicoli non dovranno essere intestati a società e registrati per il trasporto di persone od oggetti).

ATTENZIONE: Ricordiamo che i veicoli di interesse storico sono i veicoli ultraventennali individuati annualmente  dall’Asi (Automotoclub Storico Italiano) e dalla Fmi (Federazione Motociclistica Italiana).

Caso 2° > Passaggio di Proprietà Moto d’Epoca senza documenti

Nel caso tu venda un veicolo senza documenti e senza targa, sarà dovere dell’aquirente regolarizzare il motoveicolo per la circolazione su strada. In questo caso, l’iter per il passaggio di proprietà sarà diverso da quello indicato sopra; l’acquirente dovrà:

– fare un’immatricolazione come veicolo d’interesse storico e collezionistico tramite ASI o FMI, come da art. 60 del CdS. I registri storici provvederanno, secondo l’ art. 60 del CdS, a rilasciare il certificato d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica.
– Richiedere all’ASI la reimmatricolazione del veicolo come moto storica o esemplare unico.