Casco scodella: quando è possibile utilizzarlo?

Tutto quello che devi sapere sul casco scodella

Multa casco a scodella non omologato

Il casco DGM, chiamato anche padella o scodella, dal 12 Ottobre del 2010, secondo l’articolo 28 della legge del 29 Luglio 2010 numero 120 in materia di sicurezza stradale, non può più essere utilizzato sui ciclomotori e motocicli, il suo uso infatti è consentito solamente su biciclette, roller-blade e simili.

Come tutti sanno, l’utilizzo del casco è molto importante per la sicurezza e di conseguenza il casco dev’essere efficace e resistente. Nel momento in cui si verifichi una caduta, questa tipologia di casco, lasciando scoperte ampie zone della testa, è da considerarsi meno sicuro anche in caso d’incidente.

Chi non utilizza un casco omologato incorre nella decurtazione di 5 punti di patente ed in sanzioni che vanno dai 74€ ai 299€, inoltre viene fatto divieto di utilizzo del ciclomotore per 60 giorni, che diventano 90 in caso del ripetersi della stessa infrazione nell’arco di due anni.

Se a bordo del veicolo vengono trasportati minori senza casco o col casco a scodella, la responsabilità della violazione della norma, sarà esclusivamente a carico del conducente. In precedenza sui ciclomotori era consentito utilizzare un casco protettivo conforme ai tipi omologati, anche se ai costruttori la produzione di tali caschi è stata proibita da circa un decennio.

Esiste un tipo di casco a scodella omologato, ma anche questo è stato vietato, con la stessa normativa, quando si utilizzano ciclomotori.

La manutenzione del casco è molto importante e per poterlo utilizzare più a lungo affinché sia più sicuro occorre:

  • tenerlo lontano da fonti di calore;
  • lavarlo con acqua e sapone;
  • sostituire la visiera quando presenta graffi.

Inoltre ogni 2 o 3 anni andrebbe sostituito, soprattutto in caso abbia uno o più urti in quanto potrebbe non essere in grado di attutire il successivo eventuale urto.

Per quanto riguarda le assicurazioni, in caso d’incidente con un casco non omologato, è possibile che le compagnie assicurative non risarciscono rimborsi per eventuali danni o ferite provocate o accentuate dall’utilizzo di un casco non regolamentare.

Utilizzare il casco non è solamente previsto dalle normative vigenti ma è senza dubbio un metodo efficace per preservare la propria incolumità da eventuali danni causati da cadute accidentali e/o incidenti. Tuttavia occorre, come detto, seguire indicazioni precise per conservare il casco in modo che possa durare nel tempo, vi consigliamo perciò di utilizzare il casco integrale, anche per non rischiare di dover pagare multe salate causate dal divieto di utilizzo su motociclette e ciclomotori.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*