Agenzia delle Entrate / Bollo auto: ultime scadenze della Sanatoria 2017

Agenzia delle Entrate bollo auto: attenzione alle scadenze pagamento sanatoria 2017

Agenzia delle Entrate / Bollo auto: Sanatoria 2017

Binomio che spaventa quello che accosta Agenzia delle Entrate e Bollo auto. I miracoli non esistono, ma con la Legge di Bilancio 2017 si è cercato di ‘fare qualcosa’ e venire incontro a chi non ha saputo gestire il pagamento del bollo auto oltre la scadenza. Si esatto, perché se non si usufruisce del ravvedimento operoso e da un ritardo di mesi si accumulano anni, l’importo dovuto aumenta e aumenta ancora ad ogni semestre.

Sanatoria 2017: di cosa si tratta?

L’hanno chiamata rottamazione cartelle, condono bollo auto e sanatoria appunto, ma si tratta della medesima procedura offerta ai contribuenti morosi.
La legge di Bilancio ( Dec. Fisc. 193/2016) ha previsto la possibilità di richiedere il ri-conteggio di vecchie cartelle esattoriali con la cancellazione delle more e sanzioni maturate.
NB: l’aggio di riscossione non è stato condonato ma ricalcolato sul capitale.

Chi ha potuto richiedere il condono?

A poter far richiesta all’Agenzia delle Entrate per il condono del bollo sono stati tutti coloro che hanno ricevuto da parte dell’ente di riscossione, tra il 1 gennaio 2000 e il 31 dicembre 2016, una cartella di pagamento per uno o più bolli auto non pagati.
La notifica, come ben saprete, contiene il termine di pagamento di quanto riportato entro 60 giorni di tempo. Se anche questa ulteriore scadenza non è stata rispettata, il contribuente ha potuto presentare presentare domanda per la rottamazione delle proprie cartelle. Anche coloro che avevano già richiesto una rateizzazione hanno potuto usufruire del ricalcolo, ma con qualche limitazione in più.

Lo scorso 7 Novembre è stato dato il via alla presentazione di richiesta di condono dei bollo dovuti e mai pagati. Sul sito di Equitalia o recandosi presso la sede dell’Agenzia di riferimento si otteneva il modulo specifico di “adesione rottamazione dei ruoli” a Equitalia. Ad Aprile 2017 è terminata la possibilità di richiesta e a Giugno i beneficiari hanno ricevuto la notifica dei nuovi importi dovuti.

La buona notizia contenuta nella Legge di Bilancio 2017 non è stata solo per i debitori di bolli e superbolli auto, ma anche altre tipologie di morosità. Il condono ha infatti riguardato anche per mancati pagamenti di:

  • Infrazioni al codice della strada
  • IVA
  • contributi Inail/Inps
  • imposte e tributi
  • tassa rifiuti e altre imposte dovute a comuni e province

Scadenze di pagamento condono bollo 2017

Chi a seguito del ricalcolo ha richiesto la rateizzazione ha tempo fino al 31/12/2017 per pagare il 70% del nuovo importo dovuto per il bollo auto.
Il restante 30% dovrà essere saldato entro il 30/09/2018. Attenzione alle scadenze perché in caso di ritardo verrà meno il beneficio ottenuto, verranno nuovamente conteggiate sanzioni e more e non si avrà la possibilità di ripresentare una richiesta nel caso di una tanto sperata nuova sanatoria 2018.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*