Visura auto: fate sempre un controllo prima di comprare un’auto usata

Visura auto - come fare e perchè

Una visura auto è la verifica catastale e ipotecaria che accerta la condizione giuridica del veicolo. Può essere richiesta all’ACI fornendo il numero della targa di qualsiasi veicolo immatricolato in Italia.

Sull’argomento quotazione auto usate e sulla check list da compilare in fase di valutazione acquisto abbiamo già approfondito più volte partendo spesso dalle richieste e casistiche avanzate dai nostri clienti. Ma ci sono altri 2 importanti punti di cui è sempre un’ottima idea accertarsi prima di concludere l’acquisto: parliamo di info relative a un eventuale fermo amministrativo e lo stato del bollo auto usata.

Questi quesiti possono essere posti al venditore, ma il modo più sicuro per accertarsi che tutto sia in regala è quello di chiedere una visura auto.  Il costo della visura è di 6 € se viene richiesta presso l’Unità Territoriale a voi più vicina o 8,81 € se si sceglie il canale online Visurenet.

Questi quesiti possono essere posti al venditore, ma il modo più sicuro per accertarsi che tutto sia in regala è quello di chiedere una visura auto.

Visura auto: fermo amministrativo e limiti della compravendita

Un veicolo viene posto sotto fermo amministrativo dopo un iter di recupero crediti che parte dalla pubblica amministrazione per arrivare poi a Equientrate. Tale processo viene messo in atto per qualsiasi importo superiore ai 50 € (bolletta, canone rai, bollo) e viste le more e le conseguenze su un bene importante come la macchina non vale la pena mancare il pagamento di una tassa dovuta allo Stato.
Se si riceve istanza di fermo, il veicolo non può essere:
– messo in circolazione
– demolito
– esportato

E la vendita? La normativa non impone nessun limite alla compravendita e ciò significa che la macchina può essere venduta. L’acquirente deve ovviamente essere messo al corrente della situazione in quanto il fermo non decade con la vendita. Si possono quindi comprare auto usate sotto fermo amministrativo, ma queste non potranno circolare fino a quando i debiti del precedente proprietario non verranno estinti.

Auto usate e bollo auto: chi deve pagarlo

La regola per comprendere chi deve pagare il bollo di un’auto usata in caso di vendita è molto semplice. A far da ago della bilancia è la data di scadenza della tassa: colui che risulta essere proprietario della macchina in tale giorno dovrà pagare il bollo.
Esiste tuttavia un’eccezione nel caso del bollo auto usate vendute in concessionaria. Una rivendita infatti può chiedere una ‘sospensione temporanea’ della tassa di circolazione fino alla vendita.

Visura auto: come si richiede?

La quotazione auto usate è solo il primo step di una compravendita. Le domande che vi abbiamo invitato a fare al venditore o da avvallare tramite una visura ACI sono però altrettanto importanti soprattutto quella legata al fermo in quanto, nonostante il passaggio di proprietà valido, vi ritrovereste ad aver comprato un veicolo che non potete utilizzare.

Nel caso non vogliate porre questi quesiti direttamente all’interessato o vogliate comunque un’ulteriore certezza richiedere una visura all’ACI è semplice, veloce e occorre solo fornire il numero di targa. In questo utilissimo video ufficiale dell’ACI viene spiegato come fare.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*