Costo auto seconda mano: tipi di quotazione

Come si stabilisce il valore di un'auto usato?

Costo auto seconda mano: tipi di quotazione auto usata

Possiamo stabilire il costo di un’auto di seconda mano utilizzando diversi tipi di quotazione che, sommariamente, possiamo suddividere in:

  • Quotazioni auto riviste/mensili specializzati
  • Quotazioni auto automatizzate
  • Quotazione Eurotax
  • Quotazione auto tramite perizia

La più comune delle quotazioni auto passa attraverso Quattroruote, il mensile automobilistico che offre a tutti i potenziali venditori e compratori un primo e approssimativo costo di un’auto di seconda mano.
Le quotazioni offerte da Quattroruote, così come quelle che è possibile calcolare automaticamente online, si basano su alcuni parametri ‘standard’ che vanno dalla marca/modello all’anno di prima immatricolazione al numero dei chilometri percorsi.

Il costo auto seconda mano che emerge risulta più o meno lo stesso su tutti i portali e mensili specializzati, ma si tratta di un valore approssimativo poiché tutta una serie di variabile non vengono prese in considerazione: numero di tagliandi e manutenzione, eventuali incidenti e modifiche, optional e accessori aggiuntivi.

Affidarsi quindi alle quotazioni auto automatizzate ci fornisce una buona base di partenza nel determinare il costo di un usato, ma soprattutto nel caso in cui si tratti di un veicolo di un certo valore sarebbe bene consultare anche il listino EuroTax e richiedere una perizia accurata ad un esperto e, ovviamente, sottoporre fisicamente l’auto ad una valutazione.

Le quotazioni EuroTax vengono principalmente usate dalle concessionarie sia per determinare il costo di vendita di un’auto di seconda mano (listino EuroTax Blu) sia per determinare il suo costo di acquisto (listino EuroTax Giallo). In entrambi i casi la concessionaria mirerà ad ottenere un buon margine di guadagno.  Anche un privato può verificare la quotazione EuroTax al costo di € 3 a ricerca o consultare la parziale versione gratuita disponibile tramite il sito alVolante.it.

Se prendiamo come esempio lo stesso modello quindi il costo auto seconda mano determinato dai listini di quotazione EuroTax saranno differenti. La concessionaria è infatti interessata ad acquistare al minore prezzo possibile in modo da ottenere un maggiore margine di guadagno nel momento in cui rivenderà l’auto in base alla quotazione prevista dall’EuroTax Giallo.

Non esiste una quotazione migliore delle altre a nostro avviso se non quella che scaturisce da una perizia accurata. Il nostro consiglio per determinare il costo auto seconda mano è quindi quella di consultarle tutte per poi decidere a quanto siamo disposti a vendere o a comprare.

Effettuare una compravendita tramite una concessionaria offre delle garanzie in più ovviamente, ma di solito gli affari migliori sono quelli tra privati (sempre che entrambe le parti abbiamo le migliori delle intenzioni).

Ti è stata utile la pagina?

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*