Mancato pagamento di una rata o ritardo nei pagamenti

rimborso bollo auto

Quando si accetta un contratto di finanziamento, ci viene fornito il piano di ammortamento ovvero il piano dei pagamenti contenente le scadenze di tutte le rate del nostro prestito personale.

Naturalmente, vi consigliamo di prestare la massima attenzione al pagamento regolare di tutte le vostre rate, anche se utilizzate l’addebito RID, assicuratevi sempre che il pagamento sia andato a buon fine, perchè in caso contrario, anche se “la colpa” non è imputabile al debitore, la banca o la finanziaria provvede a registrare il mancato pagamento, con le conseguenze che vediamo ora.

Le conseguenze di un mancato pagamento possono essere riassunte in tre casistiche:

  • Applicazione della mora: gli interessi dovuti alla finanziaria vengono maggiorati di una percentuale che è comunque definita dalla legge
  • Registrazione in banca dati: la finanziaria o la banca può procedere a registrare i dati del debitore in determinate banche dati che sono condivise dall’intero sistema bancario e finanziario, in questo modo, si apre il rischio di ridurre l’affidabilità creditizia di un cliente, rendendo molto più difficoltosa la futura concessione di altri prestiti da parte di qualsiasi banca o finanziaria.
  • Risoluzione del contratto: il mancato pagamento di anche una sola rata può autorizzare l’ente finanziatore a risolvere il contratto in maniera unilaterale.
Comunque la finanziaria prima di registrare il ritardo in banca, avvisa il cliente richiedendogli il pagamento dovuto, inoltre dobbiamo anche valutare che in caso di:
  • primo ritardo: non viene visualizzato prima che scadano le due rate consecutive.
  • Ritardo successivo al primo oppure ritardo di due mesi poi sanato: visualizzati nel momento in cui si verificano, sono mantenuti in banca dati per 12 mesi dal saldo.
  • Ritardi superiori poi risanati: rimangono in banca dati per 24 mesi dopo il saldo.
Nessun evento negativo, di qualsiasi natura esso sia, può rimanere registrato in banca dati per più di 36 mesi!
Quello che vi consigliamo di fare se vi siete accorti di aver saltato una rata:
–  Prima di tutto pagatela!
–  Inviate poi subito la copia del pagamento effettuato alla banca o alla finanziaria, magari un fax e poi confermate con una raccomandata con ricevuta di ritorno.

 




Ti è stata utile la pagina?

3 Commenti su Mancato pagamento di una rata o ritardo nei pagamenti

  1. Ho un prestito personale e avendo perso il lavoro l’anno scorso non riuscivo più a pagare le rate che si sono accumulate. Ho ricominciato a lavorare e lo stipendio viene accreditato sul c/c. E’ regolare che mi hanno addebitato un importo complessivo di 750,00€ (per le rate non pagate) a fronte della rata mensile di 99,00€?
    Grazie
    Nunzia

    • Buongiorno Nunzia,
      potrebbe essere che ti abbiano addebitato l’importo complessivo delle rate che hai pagato più gli interessi di mora.
      Ti consiglio di chiedere chiarimenti alla finanziaria e di chiedere anche se è partita la segnalazione per la banca dati.
      Non avevi un’assicurazione per la copertura del rischio perdita di impiego?
      Avendo questo genere di assicurazione di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente, e aprendo il sinistro in caso appunto, di perdita del posto di lavoro, l’assicurazione subentra nei pagamenti al posto vostro per un certo periodo di tempo.

      Torna a trovarci!
      A presto

      Gloria

  2. Io ho fato da garante per il marito anni fa. Dopo di che lui è sparito, e ho dovuto procedere io alla rata. Anno scorso ho fato dei ritardi per mancanza di lavoro , dopo di che avevo saldato tutto. Adesso lavoro con un contratto indeterminato, e vorei avere un mutuo per la casa. La banca può negarmi il prestito ?? Anche se ho preso io a carico mio il vecchio prestito pur di fare la cosa giusta , essendo la garante?

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*