Cambio Pneumatici: come, quando e costo

Il cambio pneumatici è un’operazione delicata: ma quando effettuarla?

Cambio Pneumatici: costo cambio pneumatici

Ci si domanda spesso quando sia il momento di effettuare il cambio pneumatici in quanto rappresenta un’operazione da non sottovalutare per preservare le buone prestazioni del veicolo, per non incappare in possibili danneggiamenti e non rischiare una multa per gomme lisce se fermati per un controllo su strada.

In linea di massima un pneumatico si deve considerare da cambiare quando non è più in grado di garantire il corretto ed efficiente passaggio dell’acqua in caso di pioggia, evitando così l’effetto acquaplaning, rendendo pericolosa la guida in quanto aumenta la distanza di frenata con il possibile rischio di slittamento.

Occorre controllare regolarmente e frequentemente la salute delle gomme anche per rendersi conto di quando sia effettivamente il momento di effettuare il cambio pneumatici, ricordandosi però che la velocità d’usura dei pneumatici posteriori è due volte inferiore ai pneumatici anteriori.

Di seguito vi forniamo alcuni consigli per tenere la situazione sotto controllo, scongiurando possibili e spiacevoli sorprese:

Lo spessore del battistrada: Il primo fattore da tenere in considerazione è senza dubbio il fatto che lo spessore minimo di usura del battistrada non deve essere inferiore a 1,6 mm. Generalmente è necessario effettuare il cambio pneumatici ogni 50.000 km, tenendo conto che tale range è da intendersi per i pneumatici di alta e pregevole fattura. Se i pneumatici montati sul veicolo sono di scarsa qualità, il cambio dovrebbe essere effettuato ogni 15.000 km.

Le scanalature: Occorre tenere sotto controllo la profondità delle scanalature presenti sul pneumatico che dev’essere compresa nel range di 5mm. Se supera questa soglia sarà necessario effettuare il cambio pneumatici per non alterare il tradizionale comportamento del veicolo.

I segni d’usura: Si manifestano principalmente sotto forma di una sorta di chiazze asimmetriche e possono essere presenti al centro del pneumatico ed in una spalle del battistrada. In quest’ultimo caso vi consigliamo di rivolgervi al vostro gommista di fiducia in quando può dipendere da un’anomalia del veicolo.

Quanto costa effettuare il cambio pneumatici?
Il costo della manodopera per il cambio pneumatici è legato a diversi fattori che influiscono in maniera diretta sul prezzo finale di tale operazione.

I fattori influenti sono Il tipo di veicolo sul quale verrà effettuato il cambio ed il tipo di cerchione presente sui pneumatici in quanto in molti casi occorre personalizzare i pneumatici da montare sull’automobile per potersi godere il massimo delle prestazioni.

Generalmente il prezzo che andremo a pagare per il cambio pneumatici ha un range che varia dai 40€ ai 100€, tenendo ovviamente conto dei fattori influenti che abbiamo analizzato in precedenza.

Le nostre conclusioni
Un utile consiglio che possiamo tranquillamente darvi è di non sottovalutare per nessun motivo la manutenzione dei pneumatici. Tenendo sotto controllo il livello d’usura, potrete effettuare il cambio pneumatici in tempo, evitando così la nascita di possibili problematiche pericolose per la vostra incolumità e usura del veicolo stesso.

Scegliete sempre con cura i pneumatici più in linea con le vostre esigenze, facendovi aiutare e consigliare dal vostro gommista di fiducia, per ottenere un grandissimo livello di prestazioni e piacere di guida, in ogni condizione del manto stradale e situazione meteorologica, per andare sempre al massimo anche nelle condizioni più avverse.

Ti è stata utile la pagina?

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*