Patente a punti

Guida veloce sulla patente a punti: tutto quello che c’è da sapere

Patente a punti - Guida veloce sulla patente a punti

La patente a punti arriva in Italia con l’approvazione della legge n. 214 dell’1/8/2003 che ha introdotto nel Codice della Strada l’articolo 126bis. Non è più una news per gli automobilisti che si sono dovuti abituare a filare dritto non solo per evitare le multe da infrazione, ma anche il decurtamento del proprio punteggio. Tuttavia, visto il complesso sistema della patente a punti, continuano a sorgere svariati dubbi a riguardo: quanti sono i punti di partenza, come posso verificare il totale dei miei punti, cosa succede se esaurisco i punti…. E così via.

Con questa veloce guida cercheremo di fare chiarezza su tutti gli aspetti della patente a punti (e se avete ulteriori dubbi, non esitate a chiedere).

Punti di partenza
Al rilascio della patente, ogni neopatentato ha 20 punti patente. Ha tenere traccia del punteggio di tutti gli automobilisti è l’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.

Decurtamento punti per un’infrazione
Alcune infrazioni comportano non solo il pagamento di una sanzione amministrativa ma anche una sanzione accessoria ovvero il decurtamento di punti patente nella misura indicata in una tabella inclusa nello stesso art. 126bis (http://www.aci.it/?id=827). Se si commette un’infrazione di questo tipo, questa viene comunicata entro 30 giorni all’anagrafe nazionale con indicazione specifica del punteggio relativo alla violazione.

Decurtamento punti per più infrazioni contemporaneamente
Partendo dal presupposto che la massima decurtazione per una singola violazione è di 10 punti patente, se si commettono più infrazioni contemporaneamente possono essere detratti un massimo di 15 punti. Questa regola però non può essere applicata nel caso in cui oltre alle sanzioni scatti la sospensione o revoca della patente.

Decurtamento punti per più infrazioni nell’arco di un anno
Se vi vengono detratti almeno 5 punti patenti per una prima violazione e nell’arco dei 12 mesi successivi vengono commesse altre due violazioni con relativo decurtamento di altri 5 punti patente per cada una, la patente vi verrà sospesa e sarete costretti a sostenere e superare un nuovo esame di abilitazione alla guida.

Se non si commettono infrazioni
Gli automobilisti più virtuosi che non commettono infrazioni riceveranno ogni due anni, 2 ulteriori punti patente fino ad un massimo di 10 raggiungendo così un credito di 30 punti.

Decurtamento dei punti patente per i neopatentati
Chi possiede la patente da meno di 3 anni subirà ad ogni violazione del codice della strada che lo preveda un taglio dei punti raddoppiato.

Quando vengono sottratti i punti dalla patente
I punti dalla patente vengono decurtati e registrati all’anagrafe dopo il pagamento della sanzione o dopo 30 giorni, termine massimo per la presentazione + esito di un eventuale ricorso.
La comunicazione da parte dell’organo di polizia all’anagrafe nazionale è a carico di chi ha commesso l’infrazione. Nel caso di sanzioni non contestate sul posto, il proprietario del veicolo ha l’obbligo di comunicare i dati di chi stava alla guida pena una multa da 250 a 1.000 euro.

Come recuperare i punti patente persi
I punti patente possono essere recuperati con due differenti modalità ma solo nel caso in cui non sia stata registrata la perdita totale del punteggio.
1. Se nei due anni successivi non viene commessa la stessa violazione per la quale sono stati decurtati dei punti, questi vengono riattribuiti entro il limite di 20 punti. Se si è già in possesso di 20 punti, la mancanza della violazione per i due anni determina l’attribuzione di un credito di due punti, fino a un massimo di dieci punti.
2. 6 punti patente (9 punti per i titolari di certificato di abilitazione professionale) possono essere recuperati frequentando volontariamente gli appositi corsi (18 ore in 4 settimane) organizzati dalle autoscuole autorizzate e sostenendo una prova d’esame finale.

Esaurimento dei punti patente
Se i punti patente vengono azzerati per recuperarli tutti e 20 occorre sostenere un ‘esame di idoneità tecnica’ ovvero occorre sostenere e superare un nuovo esame di abilitazione alla guida. Se non si dovesse superare l’esame o se si decida di non sostenerlo entro i 30 giorni successivi alla notifica, la patente viene sospesa a tempo indeterminato ovvero fino a quando la prova non venga superata.

Verifica dei propri punti patente
è possibile verificare l’ammontare dei propri punti patente sul sito ilportaledellautomobilista.it, chiamando il numero 848.782782 o scaricando l’applicazione iPatente.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*