Passaggio di proprietà: se il concessionario non ha trascritto al PRA il passaggio di proprietà

Cosa comporta la mancata iscrizione al PRA da parte del concessionario?

Se il concessionario non ha trascritto al PRA il passaggio di proprietà Passaggio di proprietà: se il concessionario non ha trascritto al PRA il passaggio di proprietà

Il concessionario è obbligato a immatricolare il veicolo venduto all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile e ad iscriverlo entro 90 giorni al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Ma cosa succede se il concessionario non trascrive per tempo al PRA il passaggio di proprietà?
Secondo il Codice della Stradala direzione del DTT provvede, su segnalazione da parte del PRA, al ritiro delle targhe e della carta di circolazione su strada, tramite gli organi di polizia”.

Nei casi in cui il concessionario sia poi fallito o resosi irreperibile o rimandi la trascrizione al PRA, la soluzione consigliata è quella di rivolgersi a un giudice di pace. In questo modo è l’acquirente a chiedere al PRA la trascrizione del passaggio di proprietà sulla base dei documenti di cui dispone.
Una volta emessa la sentenza, questa verrà presentata e registrata al PRA a cura del proprietario dell’auto.

La trascrizione al PRA del passaggio di proprietà è una pratica basilare e di “routine” per il concessionario che di solito incarica uno studio di consulenza automobilistica (agenzia di pratiche auto) per svolgere queste mansioni che comportano la presentazione di una serie di documenti e il pagamento di alcuni importi (di solito a carico dell’acquirente).
La documentazione da presentare include il modello NP2D, l’atto di vendita, la fotocopia della carta di circolazione rilasciata dall’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC). I costi, che variano in base al tipo di veicolo e alla provincia di residenza sono: emolumenti ACI 27,00 euro e l’imposta di bollo per iscrizione al PRA 32,00 euro.

Perché è così importante la trascrizione al PRA?
Valido sia nel caso in cui si acquisti o venda un’auto nuova o usata, la trascrizione al PRA del passaggio di proprietà attesta lo stato giuridico patrimoniale del veicolo attuando la pubblicità legale delle situazioni giuridico – patrimoniali prevista dalla legge a tutela dei proprietari e dei terzi.
Trascorsi quindi 60 giorni dall’acquisto di un veicolo, è buona prassi accertarsi che la trascrizione al PRA sia stata effettuata dal concessionario chiamandolo per chiederne la conferma o facendo richiesta di una visura agli uffici provinciali del PRA.

Passaggio di proprietà: se il concessionario non ha trascritto al PRA il passaggio di proprietà 4.00/5 (80.00%) 1 vote

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*