Passaggio di proprietà auto

Quanto costa il passaggio di proprietà auto ? Quante volte vi siete posti questa domanda e alla fine vi siete affidati ad un'agenzia di pratiche auto per gestire il passaggio di proprietà auto o moto?
Molti non sanno che questa operazione, dall'apparenza misteriosa o complicata, in realtà è una pratica burocratica davvero semplice.
Gestire da soli la pratica di passaggio di proprietà dell'auto, può portare un risparmio che alcune volte può arrivare a qualche centinaio di euro sul costo totale.
Noi di Calcolocosto siamo qua per aiutarvi con le nuove novità del 2016.
Qua di seguito trovate i 3 semplici step per calcolare il costo ed effettuare il passaggio di proprietà risparmiando:

Calcola il costo del passaggio di proprietà in un click:






Calcola subito il costo dell’Assicurazione auto con Genertel!

Ti basta 1 minuto!



Genertel.it




Nuova Collezione Uomo 728x90


II calcolo dei costi del passaggio di proprietà è basato sui dati presenti sul sito www.aci.it in data 21/01/2016 .

Il costo totale dipende dal numero di kilowatt/cavalli del veicolo e dalla provincia di residenza dell’acquirente dell’auto.

Alle spese sopra elencate, dovranno essere aggiunti i costi per l’autentica della firma sull’atto di vendita (16.00 euro + 0.52 euro).

La registrazione al Pubblico registro automobilistico ha i seguenti costi:

  • Imposta di trascrizione provinciale (Ipt). Il valore dell’Ipt è definito da ogni singola Provincia.
  • bolli per le volture del certificato di proprietà (cdp) (32,00 euro), o nel caso in cui non si disponesse del cdp, del foglio complementare (43,86 euro).

    In alcuni casi l’Ipt viene determinata in misura fissa:

  • quando gli atti di vendita sono soggetti a Iva, indipendentemente dalla potenza del veicolo;
  • quando la potenza dei veicoli è inferiore ai 53 kiloWatt.

    Viene calcolata invece in misura proporzionale (in base ai kW) per i veicoli con una potenza superiore ai 53 kiloWatt e non soggettu a Iva.

    Nel caso di passaggio di proprietà di un autocarro, oltre ai kiloWatt, viene considerata anche la portata.

    Tutte queste informazioni sono reperibili all’interno della carta di circolazione


    2 – Che cos’è l’autentica della firma

    L’autentica della firma consiste proprio nella registrazione dell’atto di vendita del mezzo.
    Per fortuna, per effettuare questa operazione non è più necessario recarsi da un notaio, ma è possibile effettuarla in uno qualsiasi di questi uffici:

    • – Uffici anagrafici comunali (solo autentica della firma)
    • Sportelli Telematici dell’Automobilista (autentica della firma e passaggio di proprietà)
    • – Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.)
    • Ufficio Motorizzazione
    • – Automobile Club Italiano (A.C.I.)
    • – agenzie o studi di consulenza automobilistica abilitati.

    In cosa consiste l’atto di vendita?
    Dietro il certificato di proprietà dell’auto da acquistare è presente un area chiamata “riquadro T”.
    Questo è proprio l’atto di vendita che il venditore dovrà compilare con i dati anagrafici dell’acquirente e che poi dovrà firmare e datare di fronte al funzionario pubblico (con una biro nera o blu).

    certificato di proprietà
    Il venditore, per l’autentica della firma, dovrà portare con se:

    • – documento di riconoscimento (carta di identità, patente..)
    • – certificato di proprietà (CdP) del veicolo, sul cui retro deve essere posta la dichiarazione unilaterale di vendita con la firma del venditore autenticata;
    • – 1 marca da bollo di €. 14,62
    • – €. 0,52 per diritti di segreteria.

    Non è obbligatorio che l’acquirente sia presente all’atto dell’autentica.
    Qualora, nei casi previsti, l’atto di vendita non venga redatto sul certificato di proprietà, occorre compilare in duplice originale sottoscrizione bilaterale sia dell’acquirente che del venditore (i costi saranno quindi doppi).


    3 – Registrazione al pra


    Quando si acquista un veicolo usato entro sessanta giorni dall’autentica della firma sull’atto di vendita bisogna registrare il passaggio di proprietà all’ufficio provinciale dell’ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà (CdP) aggiornato, e richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).

    All’atto della registrazione devono essere consegnati i seguenti documenti: 

    • – dichiarazione sostitutiva di residenza dell’acquirente;
    • – fotocopia del libretto di circolazione;
    • – fotocopia di un documento di identità;

    La richiesta deve essere corredata da:

    • – certificato di proprietà o foglio complementare;
    • – atto di vendita;
    • – dichiarazione sostitutiva di residenza solo nel caso in cui chi acquista è cittadino straniero.

    Il mancato aggiornamento della carta di circolazione e del CdP entro il termine di sessanta giorni determina l’applicazione di sanzioni monetarie e il ritiro della carta di circolazione in caso di controllo su strada (art. 94 del Codice della Strada).

    Il mancato passaggio di proprietà all’ufficio provinciale ACI (PRA) determina l’applicazione di sanzioni amministrative per l’acquirente e conseguenze sul piano civile e fiscale per il venditore rimasto intestatario al PRA per l’inadempienza dell’acquirente.

    Infatti, fino a quando non viene registrato al PRA il passaggio di proprietà, il precedente proprietario risulta ancora intestatario del veicolo e può essere chiamato a rispondere delle conseguenze derivanti dal presunto possesso del veicolo. Per esempio: danni provocati a cose o persone, tassa automobilistica (bollo auto) non versata, contravvenzioni al Codice della Strada.

    Il venditore, in questo caso, può richiedere la registrazione al PRA a tutela del venditore oppure ricorrere al giudice.

    Guarda la posizione e gli orari dell’ufficio PRA della tua provincia



    Cosa cambia con l’arrivo del Certificato di proprietà digitale?

    A chiunque che dal 5 ottobre richiede una formalità al PRA, per la quale è previsto il rilascio del CDP, viene rilasciato un Certificato di proprietà digitale – CDPD – che risiede nei Sistemi informativi ACI e viene consegnata una ricevuta contenente un codice d’accesso attraverso il quale è possibile visualizzare la ricevuta e il CDPD con le seguenti modalità:

  • attraverso la lettura mediante smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code presente sulla ricevuta;
  • collegandosi all’indirizzo web indicato nella ricevuta digitando il codice di accesso;
  • tramite la funzione “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale”.
  • Ma i vantaggi sono anche in termini di sicurezza: nel caso di furti o smarrimenti, la nuova versione digitale non potrà infatti venire rubata, alterata o falsificata, evitando attività illecite.

    Quando devono essere presenti venditore e/o compratore?

    Molto spesso viene il dubbio se per l’autentica della firma è necessaria la presenza di venditore e compratore.
    Per l’autentica di firma degli atti di vendita è obbligatoria la presenza del venditore e non quella dell’acquirente.
    Alla trascrizione al PRA basta che sia presente l’acquirente con l’atto di vendita con firma autenticata.


    Come si verifica lo stato di una pratica richiesta tramite uno sportello ACI

    Le tempistiche di registrazione del cambio di proprietà variano da ufficio ad ufficio, ma in media si va da un giorno ad un massimo di 2 o 3 giorni.
    In ogni modo è possibile verificare se la procedura è andata a buon fine in questo modo:
    – Inoltrando una richiesta di visura attraverso un ufficio del PRA, un’agenzia di pratiche auto o attraverso una delegazione ACI;
    – Attraverso il servizio visura ONLINE dell’ACI.

    Per la richiesta sarà necessario solamente il numero di targa del veicolo.


    Passaggio di proprietà auto 4.35/5 (86.97%) 416 votes

    Condividi

    132 Risposte a “Passaggio di proprietà auto”

    1. Stefano scrive:

      Buongiorno.
      Chiedevo prego conferma, che se essendo residente nella provincia di Trento-TN, effettuo a Bergamo un passaggio di proprietà per una vettura usata di 180 KW, di proprietà di una persona residente a Bergamo, pagherò euro 716,00,come calcolato su “calcolocosto.it” oppure di più?
      Grazie mille per la risposta. Saluti

    2. Luisa Arrighini scrive:

      Vorrei chiedere se la cifra che ho pagato per il passaggio di proprietà di una Fusion Ford 1.4 59KW è corretto . Ufficio ACI di BOVOLONE VR : euro 555 …A me è sembrato abbastanza alto, non me lo aspettavo. Grazie per la risposta.

    3. vincenzo scrive:

      solo da me l’aci è il piu’ caro di tutti? 88kw 586€ mentre altre agenzie 545…570…535….

      • admin scrive:

        Buongiorno Vincenzo,

        purtroppo l’Aci in molti posti funziona come una normale agenzia di pratiche auto. Dovresti provare ad andare direttamente agli uffici dell’Aci/PRA.

        A presto

        Gianluca

    4. Lovera scrive:

      Interessante e utile

    5. admin scrive:

      Ciao Giovanni, scrivimi pure a calcolocosto [at] gmail.com .

      A presto!
      Gianluca

    6. Matteo scrive:

      ho risolto, quelli che si erano spacciati per PRA di Bergamo in realtà sono un’agenzia ACI (vicino al PRA) che fa servizio PRA.
      Grazie del servizio

    Lascia una risposta