Inverno in arrivo: la tua auto è pronta?

auto inverno

Con l’arrivo della stagione fredda, è di primaria importanza pensare non solo alla nostra salute, ma anche a quella della nostra auto, provvedendo ad effettuare alcuni controlli di manutenzione preventiva che la preparino al meglio per circolare in condizioni avverse, causate da eventi climatici potenzialmente in grado di pregiudicare la nostra sicurezza quando siamo al volante.

La principale preoccupazione di chi si mette alla guida con pioggia, nebbia o neve, è affrontare qualsiasi situazione di emergenza senza perdere il controllo, indipendentemente dalle condizioni dell’asfalto e della visibilità, assicurando sempre la massima aderenza del veicolo al fondo stradale.

Di fondamentale importanza, quindi, verificare innanzitutto le condizioni degli pneumatici, e soprattutto lo stato di usura della scultura del battistrada -imprescindibile che sia almeno di 3-4 millimetri- per evitare il pericolosissimo fenomeno dell’aquaplaning, frequente in caso di piogge improvvise e abbondanti. Specialmente quando la temperatura scende sotto i 7 gradi, è bene, inoltre, sostituire le gomme usate durante la stagione estiva, montando gli pneumatici invernali (contrassegnati dalla dicitura M+S) non solo sull’asse del motore, ma possibilmente su tutte le quattro ruote, minimizzando così il rischio di squilibri nell’assetto su strada.

Attenzione anche all’olio del motore; spesso si pensa che sia sufficiente provvedere alla regolare realizzazione dei tagliandi periodici, mentre al contrario è opportuno verificarne con maggior frequenza i livelli minimi, ricordando che in commercio sono disponibili lubrificanti immuni all’eccessivo addensamento, grazie a livelli di viscosità tarati specificamente per far fronte ai rigori del clima invernale.

La batteria, inoltre, è una delle componenti più delicate in caso di basse temperature, e un semplice malfunzionamento può avere ripercussioni gravi; alla vigilia della stagione invernale è quindi opportuno considerare la possibilità di sostituirla, specie se vecchia e logorata molto uso, per evitare di rimanere con il veicolo in panne proprio sul più bello. Tra gli apparati ‘vitali’ del veicolo, infine, anche l’impianto frenante andrà sottoposto ad una puntuale verifica, controllando con attenzione i livelli residui delle pastiglie, dei dischi e del liquido dei freni.

 

Ci sono inoltre alcune precauzioni aggiuntive che, senza implicare interventi dispendiosi, possono migliorare molto le condizioni di guida durante la stagione fredda; innanzitutto, per garantire una visibilità ottimale anche in considerazione delle giornate più corte, è importante accertarsi che le spazzole dei tergicristalli siano in buone condizioni, non dimenticando di aggiungere il fluido antigelo nel serbatoio per il liquido lava-vetri, oltre che nel sistema di raffreddamento. Può essere una buona idea, la sera, coprire il parabrezza con un cartone o sfregarlo all’esterno e all’interno con un giornale, per evitare di ritrovarlo coperto di brina al mattino; è bene ricordare, inoltre, che piccole scheggiature possono limitare in modo fastidioso la visibilità, specie in caso di pioggia o quando si incrociano veicoli con i fari accesi, e sarebbe meglio provvedere a ripararle prima che si trasformino in incrinature più estese. Nella lista di accessori che non dovrebbero mai mancare a bordo, inoltre, non dimenticate di includere un raschietto per vetri ed una bomboletta antigelo per i vetri, ma anche del talco con cui proteggere, all’occorrenza, le gomme delle portiere, che potrebbero bloccarsi a causa del gelo.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*