Bolletta di Luglio: insieme anche il pagamento del Canone RAI!

Canone Rai: come funziona? Quanto e come si paga?

Bolletta di Luglio: insieme anche il pagamento del Canone RAI!

Il canone Rai non è mai stato un argomento  discusso come quest’anno!  Il 2016 ha portato infatti una grande novità a riguardo: la procedura di addebito del costo del canone Rai avverrà direttamente in bolletta.

La bolletta in pratica presenterà una voce dedicata al canone TV proprio come chiesto dall’Antitrust, autorità per la concorrenza, che ha dato il via libera al Governo.

Il costo del canone non verrà addebitato in un’unica tranche come negli anni precedenti, ma sarà  addebitato a piccole dosi e in automatico sulla bolletta elettrica degli italiani.
Stando ai dati ufficiali, l’importo complessivo del Canone Rai (100€) sarebbe dovuto essere suddiviso in 10 tranche, ma per dare a tutti (uffici pubblici, privati e utenti) il tempo necessario per ‘organizzarsi’, la prima richiesta di pagamento verrà inviata solo a Luglio.  Dal 2017 il tutto procederà regolarmente quindi due rate a bimestre per un totale di 20 € in più sulla bolletta della luce.

Canone Rai 2016: cosa aspettarsi
A Luglio 2016 arriverà la prima bolletta contenente anche il ‘dovuto’ per il canone TV. La bolletta di Luglio conterrà quindi tutte le 7 rate pregresse per un totale di 70 €.

Per evitare pasticci e tanti malumori, nei mesi passati ci era stato detto cosa fare per chiedere l’esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016 che specificava come, per la dichiarazione di non detenzione, si poteva utilizzare anche un modulo datato.

Ma il decreto Mise, entrato in vigore domenica scorsa, potrebbe cancellare le richieste di esonero sopraggiunte con questi moduli: occorreva utilizzare esclusivamente il modello approvato dall’Agenzia delle entrate il 24 marzo (e le successive modifiche)!

Chi ha usato il modello vecchio, potrebbe vedersi addebitare l’imposta a luglio.
Cosa bisogna fare in questo caso? Richiesta di rimborso canone TV
Chi ha presentato per tempo la dichiarazione di non detenzione o di sussistenza di altra utenza elettrica, potrà presentare una richiesta di rimborso. Le modalità per presentare la richiesta verranno rese note con la pubblicazione di un nuovo decreto del ministero entro il 3 agosto.

Occorre quindi pagare il canone Rai a Luglio anche se non dovuto e presentare poi la richiesta di rimborso. Queste verranno esaminate dall’ufficio territoriale di Torino delle Entrate (sportello Sat) e comunicate entro 60 giorni. Ricevuta l’approvazione della richiesta, le imprese elettriche effettueranno il rimborso accreditando la somma sulla prima bolletta utile.

Vi ricordiamo che non tutti devono pagare il canone Rai. Ogni famiglia dovrà pagare una sola volta e nel caso si posseggano delle seconde case (utenza non residenziale) non si dovrà pagare 2 volte.

Vi invitiamo a leggere le nostre FAQ riguardanti tutti i dubbi più comuni sul canone Rai in bolletta e se volete sottoporci il vostro ‘caso’ non esitate a commentare.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*