Pagamento multe online: 2 giorni in più per ottenere lo sconto del 30%

Con il decreto banche ‘cambiano’ i termini di scadenza del pagamento multe online

Pagamento multe online: 2 giorni in più per ottenere lo sconto del 30% Con il decreto banche ‘cambiano’ i termini di scadenza del pagamento multe online

Pagare una multa online acquista con le ultime novità 2016 un grande vantaggio!
Per chi decide infatti di procedere con il pagamento della multa online avrà a disposizione 2 giorni in più, a partire dalla data di recepimento della notifica, per ottenere lo sconto del 30% previsto dal Codice della Strada.

A metterlo nero su bianco è la conversione del cosiddetto decreto banche nella legge n.18/2016, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale 37 del 15 febbraio 2016:

“per i pagamenti diversi da quelli in contanti o tramite conto corrente postale, l’effetto liberatorio del pagamento si produce se l’accredito in favore dell’amministrazione avviene entro 2 giorni dalla data di scadenza del pagamento”

In altre parole:
se per il pagamento delle multe effettuato alle poste tramite bollettino o nelle tabaccherie si hanno 5 giorni di tempo per usufruire del pagamento in misura ridotta o 60 (per gli importi “normali”, detti in misura ridotta)
se si effettua il pagamento multe online tramite bonifico bancario o con carta di credito, si avranno 7 (o 62) giorni di tempo.

La novità del pagamento multe online mette fine al problema che si creava con la data di valuta dei pagamenti realizzati in modo elettronico o tramite i servizi di home banking. Come ben sapete infatti, la data in cui viene eseguito il bonifico non corrisponde a quella dell’accredito all’intestatario.
Prima della legge n.18/2016 anche se l’automobilista pagava la multa entro i termini, se l’accredito all’ente non era effettivo entro il 5°/60° giorno, si rischiava di non poter usufruire del pagamento agevolato o di accumulare ulteriori more. Da Febbraio questo non capiterà più!

Ricordate che il pagamento multe online è possibile se tali sistemi di pagamento sono ammessi dal corpo di polizia che ha emesso il verbale.

2 Commenti su Pagamento multe online: 2 giorni in più per ottenere lo sconto del 30%

  1. Buon giorno a tutti, nel ringraziarVi per avermi dato la possibilità del commento vado subito al sodo. Devo fare una premessa, e cioè che le apparecchiature sulle strade ci devono essere, perchè questo significa di dare una regola per la circolazione a finchè noi tutti automobilisti e non possiamo camminare con sicurezza sulle nostre strade. Detto questo, quello che mi fa rabbia è l’uso che se ne fa delle varie apparecchiature messe a disposizioni alla polizia municipale di tutti i Paesi della Calabria. Dico questo perchè mentre i posti di blocco da parte dei Carabinieri sono visibili da molto lontano, quelli della polizia municipale invece no poichè questi si nascondo dietro un cespuglio, dietro un angolo oppure dietro una macchina parcheggiata. L’automobilista becca la multa che non puoi contestare nell’immediatezza, poi è difficile dopo due o tre mesi che ti viene contestata l’infrazione e dire che quel dato giorno i vigili del paese che hanno emesso la contravvenzione erano nascosti. Ecco è questo che fa rabbia. Questo modo di fare non significa fare della prevenzione stradale ma invece è un stratagemma legale per fare cassa. Su delle strade a percorrenza veloce, oltre ai limiti di velocità ben visibili dotare le strade della cosiddetta casetta della Polizia sia mucipale che stradale visibile con dentro la macchina fotografica non truccata. Questo è un modo per educare l’automobilista. In ultimo, fare ricorso davanti al Prefetto, ha un costo esagerato, e quindi si ricorre al Prefetto solo per multe salate. Pensiamo a quei poveri ragazzi rappresentanti, fornitori, e tanti altre persone che percorrono km per lavoro e non per divertimento, devono guidare con l’incubo della multa che ti arriva dopo due o tre mesi. Se siete d’accordo la mia email la conoscete, fatemi sapere come ovviare a questo inconveniente. Grazie Pino

    • Salve Pino, la presenza di un posto di rilevamento viene indicata dalla segnaletica verticale (sia con cartelli stradali fissi e permanenti che con cartelli temporanei) oppure con segnali luminosi a messaggio variabile, sia con dispositivi di segnalazione luminosa installati su veicoli in dotazione delle forze dell’ordine. In riferimento alla visibilità è, come dice lei, difficile da stabilire e a supporto di un ricorso per tale motivo occorrerebbe presentare delle prove foto o video a supporto.
      Il nostro consiglio non può che essere quello di una guida sicura che rispetti i limiti di velocità e una particolare attenzione agli avvisi di rilevamento elettronico che devono essere posti ad almeno 400 metri.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*