Costo multa semaforo rosso

Qual è l’importo da pagare per multa per semaforo rosso?

Costo multa semaforo rosso Qual è l’importo da pagare per multa per semaforo rosso? Qual è l’importo da pagare per multa per semaforo rosso?

Scontato da dire, ma passare con il semaforo rosso comporta rischi potenziali per sé, per gli altri veicoli e pedoni. Per questo motivo il Codice della Strada (art. 146 e art. 41) è assai duro con chi commette questa infrazione: sanzione amministrativa e decurtamento punti.

Durante il periodo di accensione delle luci rosse (…) i veicoli non devono superare la striscia di arresto; in mancanza di tale striscia, i veicoli non devono impegnare l’eventuale area di intersezione, né l’attraversamento pedonale antistante, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni”.

Il costo multa semaforo rosso ammonta a 163 euro se l’infrazione viene commessa dopo le ore 7 e prima delle ore 22.
Il costo multa semaforo rosso ammonta a 200 euro se l’infrazione viene commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7.
Il passaggio con semaforo rosso è punito inoltre con la decurtazione di 6 punti patente. I punti tolti diventano 12 se a commettere l’infrazione è un neopatentato.

La rilevazione delle infrazione tramite le telecamere Photored
Se prima ad emettere la “multa semaforo rosso” erano solo il vigile urbano o gli agenti della polizia stradale in persona, oggigiorno sono sempre più numerosi i dispositivi tecnologici piazzati in prossimità degli incroci.
Come avviene per le rilevazioni della velocità (vedi costo multe autovelox), anche la multa per il passaggio con semaforo rosso viene emessa in seguito alla rilevazione delle telecamere Photored (detto sistema T-Red), installate nel semaforo stesso dalla Polizia Stradale e ora omologate dal Ministero delle Infrastrutture. Il sistema consiste di 2 telecamere di cui una registra l’incrocio quando il semaforo è rosso (e scatta una prima foto all’atto di superamento della linea di arresto) mentre la seconda identifica con gli infrarossi la targa degli automobilisti che passano con il semaforo rosso scattando una seconda foto quando il veicolo si trova al centro dell’intersezione. Le telecamere hanno una lettura che raggiunge le 50 volte al secondo e, in ogni foto appaiono la località, la data e l’ora dell’infrazione.




Domande frequenti
Se mi viene notificata una multa per semaforo rosso, ma non ero io a guidare…
Secondo una sentenza della Corte Costituzionale (27/2005) i punti alla patente possono essere tolti solo a chi viene identificato nel commettere l’infrazione. Se ricevete un verbale per un’infrazione commessa dal vostro veicolo, ma non eravate voi alla guida, dovete comunicare entro 30 giorni all’autorità i dati di chi fosse alla guida in quella specifica circostanza.
Ricordate che la comunicazione dei dati del conducente è una prassi obbligatoria che, se non rispettata, porta ad una seconda sanzione di 250 euro. Se, una volta notificato il verbale, non si comunicano entro i termini i dati del conducente, non vi verranno decurtati i punti della patente e resta salva solo la pena pecuniaria (che però aumenta di 250 euro).

Se passo con il semaforo giallo prendo la multa?
La risposta è si, se passate con il semaforo giallo la multa è valida se il giallo dell’impianto semaforico in questione dura almeno 3 secondi. L’art. 41, che disciplina i segnali luminosi, recita che con la luce gialla il conducente non deve attraversare la striscia di arresto, salvo nel caso in cui si è così vicini ad esso da non potersi fermare in sicurezza. In questo caso bisogna liberare velocemente l’incrocio con la relativa prudenza. Nonostante le ultime sentenze della Corte di Cassazione abbiamo ribadito che nel codice della strada, non vi è una indicazione della durata minima riferita al periodo d’accensione della luce gialla degli impianti semafori, nella pratica, si adottano generalmente tempi fissi di 4 e 5 secondi, rispettivamente su strade urbane ed extraurbane.

Si riceve la multa anche se si supera soltanto la linea d’arresto di qualche centimetro quando il semaforo è rosso?
Si, si riceve comunque la multa perché “Durante il periodo di accensione delle luci rosse (…) i veicoli non devono superare la striscia di arresto; in mancanza di tale striscia, i veicoli non devono impegnare l’eventuale area di intersezione (…)”.

Ricorso multa semaforo rosso
Come per ogni ricorso al Prefetto (o Giudice di Pace), questo va presentato entro 60 giorni dalla notifica.




Costo multa semaforo rosso 4.42/5 (88.33%) 12 votes

14 Commenti su Costo multa semaforo rosso

  1. alex Simplex // 3 dicembre 2015 a 21:36 // Rispondi

    Complimenti e MOLTE GRAZIE per le informazioni che date.
    Vi voglio raccontare un aneddoto: ieri ho ricevuto il verbale F-10315 (Prot. 1508879) del 11/10/2015 per violazione del codice della strada dal Comune di Occhiobello, Rovigo. (PROSEGUIVA LA MARCIA NONOSTANTE IL SEMAFORO PROIETASSE LUCE ROSSA), Art.41/11 e 146/3. Con mia grande sorpresa e molto allarmato OGGI 4/12/2015 mi sono fatto 100 km per recarmi presso gli uffici della POLIZIA MUNICIPALE di Occhiobello per visionare le foto che rilevavano la mia infrazione,… e alla vista delle foto ho capito subito che il fatto che sia INTENZIONALMENTE RIPARTITO CON SEMAFORO ROSSO dopo essere stato fermo per 28 secondi di fermata, è stato causato da una erronea, o imprecisa segnalazione semaforica, nonché dalla ripartenza della autovettura che si trovava sul mio lato sinistro. Tengo a precisareeche non è mia abitudine passare con il semaforo rosso, ne infrangere la Legge, e che quel semaforo e quel tratto di strada l’ho sempre percorso, almeno 30 volte l’anno, e non sono mai ripartito con il Rosso da almeno 15 anni.
    Tengo anchea a evidenziare come queste segnalazioni semaforiche errate abbiano anche tratto in inganno molti altri conducenti, (almeno una QUARATAINA tra giovani e anziani), che ho TROVATO nel MEDESIMO UFFICIO di POLIZIA di Occhiobello a visionare le Loro foto e a chiedere informazioni per fare ricorso o per PAGARE ANCHE SE IN GIUSTAMENTE, (una persona veniva da MESTRE). La conferma di quanto sto cercando di esporre è il fatto che le stesse vigilesse, (mentre eravamo in coda per visionare i fotogrammi), ci hanno detto che da quando sono stati installati i nuovi rivelatori sono state inviate in 2 mesi 800 VERBALI PER PASSAGGIO CON IL ROSSO. Domanda : secondo voi cosa dobbiamo fare visto che la sola trasferta ad Occhiobello per visionare le foto e il tempo mi sono gia costati circa 50 euro. Secondo voi è piu conveniente presentare ricorso al GIUDICE di PACE o al PERFETTO !? Grazie.

    • Gentile Alex Simplex,
      Grazie a lei per il suo commento e per i complimenti.
      Quello che lei ci ha raccontato si verifica di frequente negli impianti semaforici che regolano (nella stessa carreggiata) diversi tempi di fermata/partenza tra le varie corsie adiacenti.
      Purtroppo il verbale che le è stato notificato è corretto, nel senso che anche se il semaforo può trarre in inganno l’autista (e lo fa visti gli alti numeri di sanzioni emesse) lei è comunque passato col rosso per distrazione.

      Un Prefetto o un Giudice di Pace la condannerebbero quasi certamente perché l’infrazione è stata commessa, quindi glielo sconsiglio. In ipotesi di passaggio col rosso si potrebbe ad esempio impugnare una multa nel caso in cui il semaforo fosse malfunzionante (ma sicuramente la Amministrazione, accortasi del problema, in questa ipotesi le avrebbe annullate in autotutela) oppure per ragioni di urgenza accuratamente certificate.

      Non c’è molto da fare, impugnando rischierebbe di perdere tempo e più soldi di quelli che spenderebbe pagando la multa subito.

      Se posso darle un consiglio, vista la frequenza delle sanzioni emesse per questo problema di tempistiche semaforiche, magari invierei una comunicazione all’ufficio dell’ente pubblico comunale competente raccontando l’accaduto (se Lei non fosse il solo sarebbe anche meglio). Loro di certo non potranno levarle la multa ma, almeno, si potrebbe evitare che riaccada lo stesso in futuro.

      Le auguro una buona giornata.

      saluti

  2. Scusate ma quando dice “Il passaggio con semaforo rosso è punito inoltre con la decurtazione di 6 punti patente. I punti tolti diventano 10 se a commettere l’infrazione è un neopatentato.”perchè 10 punti? non dovrebbero essere 12, il doppio per i neopatentati?

  3. Buongiorno, vi scrivo in merito ad una probabile contravvenzione in arrivo.
    Provenendo da una via di immissione, al verde mi immettevo sulla rotonda per svoltare poi alla prima uscita.
    Mi sono trovato di fronte un vigile, che presidiava l’attraversamento pedonale all’inizio dell’uscita, dove lampeggiava una luce gialla intermittente (non una luce rossa, dato che il semaforo, se così si può chiamare, era composto solo dalla lanterna gialla).
    Il vigile aveva le braccia distese lungo i fianchi, non in posizione prevista dal codice per segnalare il rosso. Sapendo che in presenza di vigili, si deve dare priorità alle loro indicazioni, rispetto alla segnaletica stradale, ho erroneamente assunto di avere via libera e ho attraversato il passaggio pedonale a bassa velocità. Solo allora ho visto che il semaforo segnalava verde per i pedoni. Il vigile non ha fischiato, nè mi ha fatto cenno di fermarmi, ma ho poi visto nello specchietto retrovisore che stava annotando la mia targa.
    Vorrei sapere se posso fare riscorso per la situazione oggettivamente confusa che mi sono trovato di fronte.
    Trovo molto discutibile che non vi siano le lanterne rossa e verde sul semaforo rivolto verso le auto che svoltano dalla rotonda, e trovo incomprensibile che vi sia il giallo lampeggiante e non il rosso attivo, quando il semaforo per i pedoni è verde.
    Credo che i vigili dovrebbero sempre avere una postura chiara, conforme alle normative vigenti, e facilmente comprensibile per gli automobilisti quando si trovano in mezzo ad una strada, onde evitare di ingenerare confusione.
    grazie

    • Gentile Mauro,
      Grazie per averci contattato.
      Come da Lei correttamente osservato, l’agente di polizia municipale regola la circolazione stradale (quando si trova a gestire il traffico) utilizzando le braccia, in particolare con le braccia distese orizzontalmente davanti a lei questi segnala l’alt ( il rosso) e con le braccia distese nella sua direzione il via libera ( il Verde).
      Mi preme ricordarLe però che in presenza di un attraversamento pedonale (in questo caso mi sembra di capire preceduto da il semaforo giallo che indica attenzione oltre al vigile stesso che nel caso in oggetto non stava regolando il traffico ma presidiava le strisce) ci si deve fermare per dare precedenza.
      È sicuramente una situazione controversa, il vigile in qualità di pubblico ufficiale, nell’ipotesi in cui le arrivasse una contravvenzione, dichiarerebbe che Lei non si è fermato a dare precedenza ai pedoni in presenza di un semaforo giallo e un attraversamento pedonale, cosa che effettivamente è avvenuta. Sarebbe difficile per Lei dimostrare che il vigile non aveva le braccia tese e in ogni caso vi erano altri mezzi di segnalazione ad indicarle di fare attenzione e lui non gestiva il traffico.
      Ci contatti se ha qualche dubbio o se non ho compreso bene il problema da Lei descritto.
      La ringrazio ancora e Le auguro una buona giornata, sperando che non le venga notificato nulla.
      Saluti

  4. Salve, stamattina mi è arrivata una notifica dove dice che un mesetto fa sono passato con il rosso, e la macchina è intestata a mio padre, ed è l’unica infrazione commessa da quando mi sono patentato (un anno e qualche mese fa) mi potete dire quali conseguenze ci sono?

  5. Buonasera.In merito agli altri commenti volevo avere delle delucidazioni a riguardo. Stasera ero a Roma e dopo aver attraversato il semaforo (giallo) mi fermo a quello successivo che segnalava rosso. La polizia stradale mi ha fatta accostare dichiarando di essere stati dietro di me mentre attraversava il primo semaforo per loro ROSSO. Fatto il verbale non ho contestato nulla ma essendo la loro parola contro la mia potrei fare ricorso vedendo le immagini della telecamera posta sopra l impianto semaforico? E se avessi ragione io verrei rimborsata nel caso decidessi di pagare la sanzione di ben 230 euro? Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità. Saluti

  6. salve, vorrei un chiarimento sul comportamento da tenere in caso di semaforo pedonale con lanterna rossa accesa ma nessun pedone in attesa di attraversare. l’automobilista può passare col rosso? in cosa si incorre?
    grazie

    • Salve Samuele, le regole per gli impianti semaforici sono le stesse sia che si tratta di un semaforo ad un incrocio sia di quelli pedonali.

  7. ANTONIETTA DELL'OLIO // 5 settembre 2016 a 14:46 // Rispondi

    oggi dopo essere rimasta ferma ad un semaforo che ha la telecamera per le infrazioni per un periodo molto lungo la macchina alle mie spalle come tante altre sono passate dicendo che lo stesso era bloccato mi chiedo mi arriverà una multa e come faccio a dimostrare visto che abbiamo provato a chiamare i vigili ma non ha risposto nessuno che questi era bloccato

    cordialità antonella

    • Salve Antonella,
      l’unica possibilità di non pagare la sanzione è dimostrare il malfunzionamento dell’apparecchio che ha rilevato l’infrazione, onere che secondo la Corte di Cassazione
      spetta all’automobilista. Al Comune basta documentare l’omologazione e il rispetto delle relative regole tecniche del semaforo. Una prova potrebbe essere un ricorso di gruppo dove, come da lei raccontato, anche tante altre auto sono passate col rosso perchè il semaforo ‘era bloccato’.
      In altri casi, temiamo che il suo ricorso sarebbe già perso in partenza.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*