Costo multa guida luci spente

Qual è il costo multa per chi guida con le luci spente fuori dai centri abitati?

Qual è il costo multa per chi guida con le luci spente fuori dai centri abitati? Fari spenti fuori città? Multa e punti patente

Essendo un obbligo previsto dal Codice della Strada, chi non lo rispetta e viene fermato da una pattuglia per un controllo, sarà costretto a pagare un costo multa guida luci spente.

L’articolo 152 del Codice della Strada impone infatti ai veicoli a motore, durante la marcia fuori dai centri abitati, l’obbligo di usare le luci di posizione, i proiettori anabbaglianti e, se prescritte, le luci della targa e e luci d’ingombro. L’obbligo per i ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli viene esteso anche nei centri abitati. “Fanno eccezione all’obbligo di uso dei predetti dispositivi i veicoli di interesse storico e collezionistico”.

Per dirla in modo più semplice, anche di giorno, fuori dai centri abitati (cioè in autostrada, strade extraurbane principali e secondarie) vige l’obbligo di tenere le luci di posizione accese. L’obbligo viene esteso anche in città a moto e scooter e deve essere rispettato da tutti i veicoli in galleria, in caso di avverse condizioni meteo e di visibilità limitata, per esempio se ci imbattiamo in banchi di nebbia.




Qual è il costo multa guida luci spente?
La somma da pagare per chi viola le disposizioni dell’art. 152 del CdS in merito alla segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli, va dai 41 ai 168 euro. Oltre alla multa per guida luci spente, è prevista la decurtazione di 2 punti patente.

Come faccio a capire che mi trovo fuori da un centro urbano?
Il centro urbano termina nel punto in cui superiamo il cartello di località bianco con il nome della località barrato di rosso, sempre ben visibile lungo la carreggiata. Da questo punto e fino al successivo cartello ci troviamo in una strada extraurbana sia essa una stradina di campagna, una strada statale o un’autostrada.

Quali sono esattamente le luci che devo accendere fuori dai centri abitati?
Fuori dai centri abitati è obbligatorio accendere le luci di posizione, che nella maggior parte delle auto, si accendono contemporaneamente alle luci della targa. Le luci di posizione rendono visibile la sagoma dell’auto e sono bianche anteriormente e rosse nella parte posteriore.
Anche le luci anabbaglianti, dette anche luci basse o diurne poiché hanno la funzione di illuminare la strada davanti a noi, vanno usate sulle strade extraurbane e sulle autostrade sia in diurna sia in notturna. Occorre accenderle anche in città in caso di visibilità limitata e in situazioni di emergenza (es. trasporto di feriti gravi).

Vi ricordiamo che l’uso delle luci abbaglianti è consentito solo fuori città e quando non si corre il rischio di abbagliare nessuno.
Le norme di comportamento del Codice della Strada in merito alla segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli è severo e ogni uso non conforme delle luci prevede la decurtazione di punti patente:
2 punti patente per la guida con luci spente fuori dai centri urbani
1 punto per uso improprio delle altre luci (ovvero la loro accensione in condizioni che non lo richiedono)
3 punti per uso improprio degli abbaglianti.

 




Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*