Costo multa guida con le infradito

Si rischia davvero una multa se si guida con le infradito?

Costo multa guida con le infradito: si rischia la sanzione?

Ecco uno dei dubbi che prima o poi sfiorano tutti gli automobilisti: ma posso guidare con le ciabatte ai piedi? Rischio la multa se guido con le infradito? E così via con tutti i modelli che rientrano nella categoria calzature aperte o ‘non allacciate’.

Si tratta di un dubbio che nasce da una vecchia legge ormai abrogata ben 23 anni fa! Sfatiamo quindi un mito cari automobilisti, non esiste nessuna articolo nel Codice della Strada che ci obblighi a guidare un veicolo solo con un determinato tipo di scarpa.

Il divieto di portare calzature aperte alla guida è stato eliminato nel 1993 e sostituito con una semplice raccomandazione che invita il conducente ad “auto-disciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di guida con i piedi (accelerazione, frenata, uso della frizione)”.
L’articolo 140 del CdS recita “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale”. Il risultato quindi è che non si rischia nessun costo multa per guida con le infradito ne tanto meno se si conduce un mezzo con le zeppe ai piedi o dei tacchi 12, ma ciò non significa che siano le calzature più idonee per la guida.




Esiste un altro articolo che è possibile ricondurre per linee generali a questo tema.
Si tratta dell’art. 169, comma 1 che stabilisce che “in tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida” pena una multa di 80 euro e la decurtazione di un punto della patente.
Si tratta però di un comportamento difficile da individuare e comprovare  e che non viene per questo quasi mai contestato.

Guida con le infradito in caso di incidente…
Nel caso di un sinistro stradale le forze dell’ordine potrebbero annotare che il conducente indossava delle calzature ‘inadeguate’, affermazione che potrebbe essere usata dall’assicurazione per rivalersi sul risarcimento dovuto.

Il nostro consiglio quindi è di indossare scarpe comode e soprattutto che vi assicurino una piena padronanza dei pedali e dell’auto in genere.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*