Bollo Auto non pagato: tempi di prescrizione

Qual è il tempo di prescrizione del bollo auto?

Bollo Auto non pagato: tempi di prescrizione Qual è il tempo di prescrizione del bollo auto?

A nessuno piace pagare il bollo auto, la tassa automobilistica o meglio ‘di possesso’ che incombe annualmente su tutti i possessori di un veicolo, compresi moto, scooter e auto d’epoca. Se per ribellione o sbadataggine vi siete scordati di pagarlo, prima o poi dovrete fare i conti con la cartella di Equitalia a meno che, nel frattempo, non sia sopraggiunta la prescrizione per il vostro bollo auto non pagato.

La prescrizione è il temine massimo stabilito dalla legge – una sorta di scadenza legale se vogliamo – entro il quale un ‘titolare’ (in questo caso Equitalia) può esercitare il suo diritto alla riscossione di quanto dovuto, può pretendere, in altre parole, l’estinzione di un debito.

La sentenza 1711/15 del CTP di Cosenza chiarisce ogni dubbio sui tempi di prescrizione del bollo auto non pagato: se entro tre anni dal mancato versamento non si riceve una notifica di pagamento, il debito si considera estinto.
Occorre precisare che il termine di prescrizione di 3 anni non decorre dalla data di scadenza del pagamento, ma dal 31 dicembre dell’anno in cui si sarebbe dovuto effettuare il pagamento.
Se il pagamento del tuo bollo auto scadeva a Febbraio 2012, i 3 anni della prescrizione decorrono da dicembre 2012. Potrete quindi affermare che il pagamento del bollo auto è andato in prescrizione se non ricevete nessuna cartella esattoriale entro il 31 dicembre 2015.

Un’altra risposta chiarita una volta per tutte dal Tribunale di Cosenza riguarda la domanda “ma quando scatta la scadenza legale del bollo auto? Al momento della notifica o a quella della ricezione della cartella esattoriale?

I termini legali della prescrizione hanno da sempre creato confusione in riferimento a quasi tutti gli atti giudiziari e amministrativi. La data da prendere in considerazione è quella in cui la cartella viene spedita o quella in cui il destinatario la riceve materialmente?
La sentenza ha chiarito che, nel caso di notifica di cartelle di pagamento relative al mancato pagamento del bollo auto, il termine valido coincide con la data di ricezione da parte del destinatario, che deve quindi rientrare nel termine del 31 dicembre del terzo anno successivo all’anno della violazione.

Per quanto riguarda la prescrizione del bollo auto non pagato non vige infatti il principio del ‘doppio termine di notifica: il termine per il mittente corrisponde con il momento in cui consegna il plico all’ufficiale giudiziario/postale; il termine per il destinatario corrisponde con il giorno in cui riceve il plico (relata di notifica). Il doppio termine, prosegue la sentenza, può essere applicato solo quando il termine per la notifica dell’atto tributario è previsto a pena di decadenza e non anche quando è previsto a pena di prescrizione.

NOTA BENE
Prima di considerare prescritto il vostro debito per un bollo auto non pagato, accertatevi di non aver ricevuto eventuali precedenti notifiche interruttive – ad esempio una notifica di sollecito o un avviso – e che non siano state decise, a livello nazionale, eventuali proroghe. In riferimento al primo punto, potete richiedere una verifica presso gli uffici addetti al servizio tributi della Regione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*