Assicurazione auto d’epoca

Come funziona l'assicurazione auto d'epoca e costi

Come funziona assicurazione auto d'epoca

Fino a poco tempo fa, vigeva la convinzione che le auto d’epoca non fossero soggette a norme assicurative o quanto meno il premio annuale dell’assicurazione fosse basato su costi contenuti. In quest’articolo facciamo chiarezza su tutto quello che riguarda l’assicurazione per le auto e moto d’epoca.

Iniziamo precisando che il Codice della Strada, definisce auto d’epoca i veicoli cancellati dal PRA e che di conseguenza possono circolare solamente in occasione di parate, raduni e manifestazioni storiche, autorizzate dagli organi competenti.

Come funziona il bollo auto d’epoca?
I veicoli d’epoca e interesse storico con più di 30 anni d’età sono esenti dal pagamento del bollo auto ed i veicoli che hanno più di 20 anni ma meno di 30, possono usufruire di uno sconto pari al 10% dell’importo previsto.

Quali documenti occorre presentare?
Per sottoscrivere una polizza assicurativa per un’auto d’epoca, oltre ai documenti canonici, è necessario presentare l’iscrizione ad un registro storico, in caso che il veicolo abbia più di vent’anni d’età.

Quanto costa l’assicurazione auto d’epoca?
Per i veicoli d’epoca con una cilindrata fino a 2080 cc e per le moto con una cilindrata fino a 400 cc, il costo medio dell’assicurazione si aggira intorno ai 105€. A tale cifra va aggiunto il contributo per il servizio sanitario e le varie imposte. Se invece la cilindrata del veicolo è superiore ai 2080 cc il prezzo medio dell’assicurazione sarà superiore a 150€, aggiungendo anche in questo caso le imposte ed il costo del servizio sanitario.

Precisiamo comunque che si tratta di prezzi approssimativi che variano anche a seconda delle regioni italiane nelle quali si registrano meno incidenti. Infatti nelle regioni a minor rischio i costi saranno decisamente inferiori rispetto a zone più a rischio. Infatti al nord l’assicurazione può arrivare ad un massimo di 180€ l’anno mentre al sud può arrivare anche al costo di 700€ annuo.

Quali sono i vantaggi dell’assicurazione per le auto d’epoca?
L’assicurazione di un’auto d’epoca permette di ottenere una classe di merito fissa, slegando l’automobilista dal sistema tradizionale di bonus/malus che prevede il declassamento per ogni sinistro denunciato, con il conseguente aumento della polizza assicurativa.

Inoltre assicurazione un’auto d’epoca include nel prezzo la guida libera, ovvero la possibilità di permettere a tutti di poter guidare il veicolo, senza sottostare alle limitazioni che prevedono un auto del premio assicurativo in caso venga inserito un secondo conducente al momento della stipulazione della polizza.

 

La nostra opinione
Come abbiamo visto, assicurare un’automobile d’epoca prevede una serie chiara di vantaggi che non possono di certo essere ignorati dai possessori di veicoli di questo genere. Inoltre il costo limitato della polizza consente di poter usufruire della polizza assicurativa senza gravare magari sul bilancio della famiglia del possessore del veicolo.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*